* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
LINGUIST List logo Eastern Michigan University Wayne State University *
* People & Organizations * Jobs * Calls & Conferences * Publications * Language Resources * Text & Computer Tools * Teaching & Learning * Mailing Lists * Search *
* *


LINGUIST List 23.4366

Thu Oct 18 2012

Diss: Applied Ling/ Comp Ling/ Forensic Ling/ Text/Corpus Ling/ English/ Italian: Sciubba: 'La costruzione di un corpus d'italiano giudiziario parlato...'

Editor for this issue: Lili Xia <lxialinguistlist.org>

Date: 18-Oct-2012
From: Maria Sciubba <mesciubbagmail.com>
Subject: La costruzione di un corpus d'italiano giudiziario parlato: questioni teoriche e di metodo nel trattamento informatico di strutture conversazionali
E-mail this message to a friend

Institution: Università degli Studi Roma Tre
Program: Linguistica Sincronica, Diacronica e Applicata
Dissertation Status: Completed
Degree Date: 2009

Author: Maria Eleonora Sciubba

Dissertation Title: La costruzione di un corpus d'italiano giudiziario parlato: questioni teoriche e di metodo nel trattamento informatico di strutture conversazionali

Dissertation URL: http://dspace-roma3.caspur.it/handle/2307/455#

Linguistic Field(s): Applied Linguistics
                            Computational Linguistics
                            Forensic Linguistics
                            Text/Corpus Linguistics

Subject Language(s): English (eng)
                            Italian (ita)

Dissertation Director:
Franca Orletti

Dissertation Abstract:

Il presente lavoro si occupa degli assunti basilari dell'AC e di tutti quei
fenomeni vocali, verbali e non verbali, che sono di fondamentale
importanza per la comprensione del parlato interazionale e che
devono, perciò, comparire nei trascritti che saranno oggetto di analisi,
pena la non analizzabilità degli stessi. La trattazione centrale, che
riguarda il parlato, le sue categorie costitutive, la gestualità e le
interazioni istituzionali che hanno come fulcro l'attività giudiziaria, è
incastonata fra due capitoli che trattano della costruzione e della
informatizzazione di corpora di parlato. Vengono problematizzati,
inizialmente, aspetti del processo di raccolta e di trascrizione di dati
spontanei. In particolare, si affrontano i quesiti che uno studioso che
voglia affrontare l'analisi di dati spontanei deve prendere in
considerazione prima di iniziare l'impresa. Questi quesiti riguardano,
inizialmente, la scelta di registrare solo i dati audio o includere anche il
video, che fornisce una prospettiva più ampia del contesto in cui
avviene l'interazione. Questa ampiezza di ripresa può, tuttavia,
ingannare il ricercatore inducendolo a credere che l'occhio della
telecamera riprenda fedelmente la prospettiva degli interagenti.
Tuttavia, ciò non è completamente vero, poiché la prospettiva del
partecipante non potrà mai essere raggiunta dall'analista. I processi di
trascrizione e di costruzione di un corpus, partendo da dati secondari
come i trascritti, sono sottoposti ad attenta analisi, e si fornisce anche
una panoramica sui sistemi di trascrizione più utilizzati nella comunità
scientifica che si occupa di parlato. Si entra, quindi, nel dettaglio del
paradigma noto come Analisi Conversazionale, nato in California negli
anni Sessanta dello scorso secolo, grazie alla collaborazione di
studiosi del calibro di Harvey Sacks, deceduto prematuramente,
Emanuel Schegloff e Gail Jefferson.

Viene offerta una panoramica dettagliata sugli studi sulla gestualità
come elemento cognitivo e simbolico della comunicazione, per
addentrarsi poi nell'analisi della gestualità come risorsa per la gestione
dell'interazione, e nell'analisi dell'allineamento dei partecipanti verso le
attività in corso durante l'interazione, nonché l'uso degli oggetti e del
corpo come strumenti interazionali in senso proprio.

I dati analizzati provengono principalmente da un corpus di parlato
giudiziario composto di interazioni spontanee in aula di tribunale
(registrate da programmi televisivi), e da colloqui tra avvocato e clienti.
Le caratteristiche peculiari di tali interazioni sono delineate partendo da
una definizione generale di interazioni istituzionali, scandaglia le
particolarità delle interazioni giudiziarie, ovvero che hanno a che fare
con i giudici e con gli avvocati. In questa parte del lavoro si sono
riportati anche gli inconvenienti affrontati, dovuti principalmente
all'iniziale inesperienza. Tali imprevisti, tuttavia, non devono essere
considerati completamente svantaggiosi dal punto di vista dell'analisi,
poiché aiutano a ridefinire gli obiettivi di studio.

Infine, si affronta il trattamento automatico dei corpora annotati con il
metalinguaggio XML. Tale linguaggio è stato scelto per la sua grande
flessibilità, e per la sua proprietà di essere un linguaggio
'rappresentativo', descrittivo, non procedurale. Inoltre, può essere
ampliato a piacimento, caratteristica essenziale per la trascrizione,
annotazione e analisi di dati di parlato.



Read more issues|LINGUIST home page|Top of issue



Page Updated: 18-Oct-2012

Supported in part by the National Science Foundation       About LINGUIST    |   Contact Us       ILIT Logo
While the LINGUIST List makes every effort to ensure the linguistic relevance of sites listed on its pages, it cannot vouch for their contents.